28
Ott
fare seo

Come fare seo, strategie da cestinare

Come tanti di noi sapranno già, la Search Engine Optimization, comunemente nota come SEO non è una scienza definita ed esatta, ma, al contrario, è in continua evoluzione e aggiornamento. Per questo motivo non è possibile stabilire delle linee guida seo-friendly definitive ma è necessario mantenersi a passo con i suoi cambiamenti nel tempo e modificare, di conseguenza, certi comportamenti obsoleti. È importante rimanere sempre aggiornati sulle novità fornite da Google, attraverso i vari algoritmi, come Google Panda e Penguin, per riuscire a capire come fare seo in modo corretto.

Tra le tante strategie da adottare, quella della SEO si conferma tra le fondamentali per garantire la sopravvivenza di un sito web online e il suo posizionamento agli occhi degli utenti e del motore di ricerca.

Ma quali sono le strategie per fare seo che possiamo cestinare?

strategie da cestinareTra le strategie di ottimizzazione e indicizzazione del web marketing che non si usano più per fare seo, ricordiamo la keyword stuffing. Se non siete ancora aggiornati o non capite di cosa stiamo parlando, allora siete capitati nel post giusto. La keyword stuffing, ovvero abusare dei campi meta, tag title, description e contenuti con le kw non è più una strategia ottimale per fare seo, ani spesso proprio queste strategie vengono segnalate come penalizzanti dai giudici di Google.

Se avete interesse a far comparire i vostri contenuti nelle SERP di Google, farete bene a dire addio a queste strategie seo non più funzionali. Come suggerisce lo stesso Neil Patel, nel suo post sulle strategie seo obsolete, Google è in grado di leggere e interpretare le kw e i sinonimi nei contenuti, attraverso l’indicizzazione latente semantica. Quando scrivete, quindi, date priorità all’utente, rendendo il testo interessante per chi legge, senza dar troppo peso a Google. Solo cosi riuscirete a essere premiati.

Strategie di link building e scambio link rappresentano un’altra nota dolente sulle strategie seo da cestinare. Le correnti di pensiero sulle strategie di link building sono diverse, c’è chi ancora la mantiene come utile e chi invece la dichiara estinta per sempre. Per questo motivo non ci sentiamo di cestinare definitivamente la link building ma vi ricordiamo di fare molta attenzione sul come e dove far comparire il vostro link, come abbiamo ampliamente discusso parlando delle strategie di link building che funzionano.

È ben risaputo che i contenuti duplicati come anche quelli brevi e di scarsa qualità siano fortemente penalizzanti per il posizionamento sul motore di ricerca. Una chiara conferma ci viene data dall’ultimo aggiornamento di Google Penguin. Non dimentichiamo, inoltre, che i contenuti inutili sono un danno non solo per l’ottimizzazione e l’indicizzazione, ma anche per l’utente che potrebbe cestinare il nostro sito, non trovando nulla di interessante con le sue ricerche.

L’importanza della SEO non dipende più dal codice e dai link ma anche dalla condivisione. I canali social sono sempre più importanti e fondamentali nelle strategie di posizionamento. Quanto un contenuto sarà interessante e originale, tanto sarà condiviso dagli utenti online. Il numero di condivisione dei post è fortemente utile per migliorare il Page Rank di un sito. Rendete i vostri contenuti interessanti, quindi, non solo nella lunghezza dei contenuti. Oltre al contenuto, infatti, l’utilizzo di immagini e video, attinenti al vostro post, potrebbe rendere più interessante, cliccabile e condivisibile i vostri contenuti.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Contatti

Presto il consenso al trattamento dei dati secondo l'informativa sulla Privacy resa ai sensi dell'art. 13 D. LGS. 196/2003