16
Feb
facebook search motore di ricerca

Facebook Search, il nuovo motore di ricerca Social

Facebook ha lanciato un nuovo strumento per permettere agli utenti di eseguire le ricerche tramite keywords. Già da tempo era stata resa visibile la possibilità di eseguire le ricerche su google utilizzando gli hashtag. Utilizzando gli hashtag è possibile eseguire le ricerche e rintracciare i post e gli stati degli utenti, che hanno utilizzato quel determinato hashtag, visibile a tutti.

Adesso le ricerche possono essere eseguite anche tramite parole chiave, almeno questa è la novità dell’ultimo anno. In realtà bisognerà attendere ancora un po’ prima che il motore di ricerca di Facebook sia accessibile in Italia, per il momento lo strumento è in fase di sperimentazione in America ed è disponibile solo per gli utenti che utilizzano l’iPhone. La fase di test, infatti, sembra non essere perfetta e funzionante, stando ad alcuni rumors sull’uso del motore di ricerca.

La Facebook search, dunque, offrirà una possibilità concreta agli utenti di eseguire le ricerche e rintracciare contenuti utili che spesso Google non riuscirebbe a indicizzare. Ma attenzione il nuovo progetto, seppur grandioso ci aiuterà a “semplificare la ricerca dei post che sono stati condivisi con voi” stando al comunicato di Facebook:

Esistono un sacco di contenuti unici che le persone hanno condiviso su Facebook, un sacco di contenuti personali e raccomandazioni di amici che si possono trovare su Facebook e che non si potrebbero rintracciare per mezzo della ricerca tradizionale di Google (ma anche su altri motori di ricerca).

Stando a quanto confermato da Zuckerberg, il progetto della Facebook Search si svilupperà nei prossimi anni, fino a indicizzare tutti i contenuti presenti nel sistema. La Facebook Search è la seconda fase del progetto di Facebook, dopo la Graph Search la cui fase di test non risulta più disponibile alla pagina ufficiale, come avveniva fino a qualche mese fa.

Per chi non lo sapesse, la Graph Search è un particolare sistema lanciato a Facebook per migliorare i metodi di ricerca e i risultati di ricerca per gli utenti, in base a determinati interessi o altre caratteristiche che potrebbero avere in comune con noi. Il nuovo sistema di ricerca, invece, permette agli utenti di ricercare un argomento o la soluzione a un problema navigando tra gli status di Facebook.

Sicuramente, anche in questo caso, Zuckerberg avrà pensato anche alla questione privacy e saranno disponibili solo i contenuti dei nostri contatti e di chi avrà deciso di rendere pubblico il proprio status. I risultati “condivisi” quindi e rintracciati dalla Facebook search dipenderanno sempre dalle impostazioni della privacy dei singoli utenti.

In attesa che i nuovi strumenti di ricerca di Facebook siano disponibili per noi, potrebbe essere utile iniziare a pensare “apertamente” Seo friendly? Questo potrebbe essere sicuramente un consiglio utile per chi gestisce pagine aziendale, soprattutto per partire avvantaggiati e non farsi trovare impreparati quando tutto sarà pronto.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Contatti

Presto il consenso al trattamento dei dati secondo l'informativa sulla Privacy resa ai sensi dell'art. 13 D. LGS. 196/2003