17
Mar
visibilità al proprio sito

Google Ads o Facebook? quale scegliere per dare visibilità al proprio sito

Diverse sono le campagne pubblicitarie sul web disponibili per promuovere il proprio brand e migliorare la visibilità su Google. Tra i canali pubblicitari, quelli più gettonati sembrano essere Google e Facebook. Ma quando il budget è limitato ed è possibile scegliere solo uno dei due canali per l’investimento, quale strategia scegliere per dare visibilità al proprio sito?

Sia nel caso di Facebook Ads e sia Google Ads, i servizi sarebbero entrambi a pagamento. Il primo ragionamento da fare è sull’obiettivo che si vuole raggiungere, sul tipo di prodotto che si vuole sponsorizzare e capire quali possano essere i fattori che influenzano la scelta del potenziale cliente.

Google Adwords ha una buona riuscita per quanto riguarda le conversioni, mantenendo alta la percentuale, grazie al motore di ricerca stesso. Gli annunci, difatti, compaiono nei risultati delle ricerche di chi ha bisogno di quel determinato prodotto o servizio. È proprio per questo motivo che la probabilità di conversione è molto più alta, perché l’annuncio compare solo su richiesta dell’utente che effettua una ricerca per parole chiave.

Tuttavia le campagne di Google Adwords non sono alla portata di tutti, gli annunci e le parole chiave hanno un costo per asta e se non vengono gestite correttamente potrebbero generare costi elevati, al di sopra delle vendite che si vorrebbero raggiungere con gli investimenti. In tal caso è necessario affidarsi ad esperti del settore.

visibilità al proprio sito

Prodotti e servizi possono essere pubblicizzati con una buona efficacia tramite Facebook. In questo caso l’annuncio non appare in base a una ricerca dell’utente ma in base a una profilazione specifica che include diversi parametri come età, genere e interessi, luogo di residenza, lingue parlate ecc.

In questo caso è molto importante investire sulla creatività del brand. È possibile che gli utenti a cui apparirà la pubblicità non siano interessati al prodotto o servizio che stiamo promuovendo, ma sicuramente una pubblicità creativa e originale potrebbe essere utile per far memorizzare quell’informazione ed essere di richiamo nel momento in cui potrebbe averne bisogno.

Inoltre l’aspetto creativo di una Facebook ads potrebbe indurre l’utente a visitare la pagina social e diventare fan, rimanendo cosi aggiornato su novità e promozioni riguardanti i nostri servizi e contribuire alla crescita dei seguaci di quel brand. Un guadagno correlato della pubblicità di Facebook che permette di dare visibilità al proprio sito.

In generale, quindi, si potrebbe concludere che sia Facebook, sia Google sono entrambi ottimi per pubblicizzare prodotti o servizi e aumentare la visibilità del sito.

Facebook Ads potrebbe essere utile se si hanno dei budget limitati, se il nostro brand non fosse ancora noto e ci fosse, quindi, necessità di farsi conoscere tra potenziali utenti e migliorare la brand awareness.

Google Adwords, invece, potrebbe essere utile per convertire clienti interessati a quel determinato servizio o prodotto. È sempre raccomandabile richiedere l’intervento di un’agenzia specializzata in campagne pubblicitarie e capace di valutare tecnicamente il singolo caso e consigliare la strada più efficiente per raggiungere i propri clienti.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Contatti

Presto il consenso al trattamento dei dati secondo l'informativa sulla Privacy resa ai sensi dell'art. 13 D. LGS. 196/2003