12
Set
mercato enologico online

Il mercato enologico nel mondo digitale

Il vino è la chiave di forza per la ripresa economica dell’Italia, per questo le cantine italiane dovrebbero sviluppare dei canali digitali per aumentare la loro presenza nel mondo del mercato enologico.

Molte lo fanno già attraverso i canali social, importanti per la crescita dell’immagine dell’azienda online, ma non abbastanza per favorire il commercio. Per questo motivo è necessario che le cantine italiane si avviino verso nuove strade all’e-commerce e strategie social realizzate ad hoc per promuovere i propri prodotti.

È quanto è emerso dalla seconda edizione della ricerca condotta dalla società di consulenza americana FleishmannHillard che  ha analizzato la presenza e le attività sul web di 25 aziende vinicole italiane, selezionandole in base al fatturato e in base al tasso di attività web.

In pole position troviamo la Compagnia De’ Frescobaldi, come nell’edizione passate, seguita da Casa Vinicola Zonin e Masi Agricola.

Come è possibile notare dalla classifica diffusa sul web negli ultimi giorni, la presenza del settore enologico sul web si è sviluppata nel corso degli ultimi anni, soprattutto attraverso i canali social. Questi ultimi però vengono sfruttati solo per sviluppare solo per diffondere il brand dell’azienda e non per indurre l’utente a effettuare acquisti veri e propri. Infatti, dallo studio è emerso che solo 2 aziende su 25 prese in esame dispongono di un canale online di e-commerce, attraverso cui l’utente può acquistare via web.

I siti analizzati, inoltre, non risultano ottimizzati, ne per quanto riguarda i contenuti, tale da favorire il posizionamento dei siti tra i risultati dei motori di ricerca, si per quanto riguarda link esterni che rimandando al sito, ne favoriscono un aumento di punteggio di ranking (autorevolezza).

Inoltre gran parte dei siti non ha ancora una versione responsive o mobile friendly, rischiando cosi di perdere quella fetta di utenti, sempre più grande, che naviga sul web utilizzando dispositivi mobile.

Per questo, sebbene ci sia l’intenzione da parte delle cantine italiane di seguire i tempi e collegarsi al mercato online, come emerso dalla ricerca, è importante sviluppare in modo perfetto il processo di digitalizzazione di questo business, affidandosi a dei veri specialisti del settore del web marketing.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Contatti

Presto il consenso al trattamento dei dati secondo l'informativa sulla Privacy resa ai sensi dell'art. 13 D. LGS. 196/2003